Notizie

Goldman Sachs avverte i clienti di alto profilo di Crypto Bubble

In un lungo documento ai loro clienti di più alto profilo, la divisione Private Wealth Management di Goldman Sachs ha messo in guardia sul pericolo di investire in criptovaluta. Per il gigante bancario, l'aumento del Bitcoin e di altre valute digitali nel corso del 2017 è un segnale sicuro che l'intero spazio è in una bolla economica.

Tipicamente per i criptopieri, durante il documento di 108 pagine gli autori menzionano la "Tulipmania" olandese del settimo secolo, così come la bolla "dot-com" del volgere di questo secolo. Tuttavia, continuano anche a evidenziare l'aumento del prezzo delle azioni delle aziende che si associano liberamente con lo spazio di criptovaluta:

"La mania che circonda le criptovalute è probabilmente ancora meglio illustrata dalle ondate di prezzi viste nelle aziende che annunciano un qualche tipo di affiliazione con tecnologia blockchain o criptovalute. "

Bolla di riserva

Per Goldman Sachs, esempi recenti come Long Blockchain (LBCC) (precedentemente Long Island Ice Tea Group) e Crypto Company (precedentemente una società di reggiseni sportivi) vedono aumentare il valore delle loro azioni di una percentuale di cinque cifre è la prova evidente di una bolla economica.

Nel corso del documento, Sharmin Mossavar-Rahmani e Brett Nelson (entrambi alti funzionari del Goldman Sachs del Gruppo Strategie d'investimento) riconoscono alcuni usi pratici della tecnologia in rapida crescita alla base della criptovaluta. Ancora una volta, hanno ribadito l'entusiasmo per la blockchain comune tra la maggior parte dei banchieri centrali del mondo. Tuttavia, per loro Bitcoin non fornisce abbastanza dei vantaggi che altre valute digitali potrebbero potenzialmente offrire. Scrivono:

"Riteniamo che il concetto di una moneta digitale che sfrutta la tecnologia blockchain sia fattibile, dati i benefici che potrebbe offrire: facilità di esecuzione a livello globale, costi di transazione inferiori, riduzione della corruzione poiché tutte le transazioni potrebbero essere tracciate, sicurezza della proprietà e così via. Ma bitcoin non fornisce nessuno di questi vantaggi chiave. Al contrario. Non solo non vi è facilità di esecuzione, ma l'insediamento spesso richiede anche 10 giorni. Alla fine del 2017, le discrepanze di prezzo tra 17 borse statunitensi per un bitcoin ammontavano a $ 4, 156, o circa il 31% di differenza tra i prezzi alti e bassi. I costi di transazione sono saliti alle stelle e l'hacking frequente ha spazzato via interi portafogli e scambi delle loro partecipazioni in bitcoin. "

La coppia continua a sottolineare il loro scetticismo sul fatto che Bitcoin e altri criptogeni manterranno il loro valore corrente nel lungo periodo. Sono anche dubbiosi che la criptovaluta sostituirà il dollaro come valuta di riserva globale.

Instabile come va

Il documento, intitolato "(Un) Steady as She Goes" non si concentra esclusivamente su Bitcoin, comunque. Serve come riepilogo dei vari eventi accaduti nei 12 mesi precedenti che hanno influenzato il valore del dollaro. È stato inviato esclusivamente ai clienti più ricchi di Goldman. Per essere considerati degni dell'appartenenza alla divisione Private Wealth Management dell'azienda, i clienti devono disporre di almeno $ 10 milioni in attività disponibili a scopo di investimento.

Immagine: Flickr