Notizie

Bitcoin prende un sedile posteriore in Australia. Mercanti smettere di accettarlo

Bitcoin è ora contro un'altra sfida in Australia. Le cose non sono mai andate bene a questa valuta digitale nella terra dei canguri e dei koala. Molti commercianti in tutta l'Australia hanno smesso di accettare pagamenti in bitcoin, causando un duro colpo all'adozione di bitcoin nel paese.

La decisione dei commercianti australiani di non accettare bitcoin arriva subito dopo che le maggiori banche australiane hanno deciso all'unanimità di chiudere i conti della maggior parte degli scambi di Bitcoin nel paese. Il mese scorso 17 scambi di bitcoin operanti in Australia hanno ricevuto avvisi che li intimavano sulla cessazione dei servizi bancari. Su 17 scambi, 13 di loro hanno visto chiusi i loro conti senza alcuna ragione e le indagini relative ad esso hanno incontrato un vicolo cieco in quasi tutti i casi.

Le banche hanno sostenuto che la decisione di chiudere i conti appartenenti alle aziende bitcoin è stata presa caso per caso per garantire la conformità con le leggi antiriciclaggio del paese. Ma a questi scambi di bitcoin non sono mai stati forniti motivi o addirittura la possibilità di apportare le modifiche necessarie per garantire la conformità. Tuttavia, i tempi di questa mossa da parte delle banche australiane hanno sollevato dubbi sulla legittimità delle loro azioni.

LEGGI DI PIÙ: le banche australiane interrompono i servizi alle società di bitcoin

I conti appartenenti alle piattaforme bitcoin erano con quelle banche australiane che stanno attualmente valutando la possibilità di integrare la tecnologia blockchain nelle loro operazioni. Recentemente un alto dirigente di una di queste banche ha affermato che il bitcoin si sta rivelando una minaccia per il sistema bancario convenzionale.

Prima del fallimento bancario, l'Australia era considerata uno dei paesi promettenti per l'adozione di bitcoin. Ora, con le banche che chiudono i conti e le transazioni bitcoin over-the-counter in diminuzione hanno fatto ripensare ai commercianti la loro decisione di accettare pagamenti in bitcoin. Inoltre, la percezione generale del bitcoin legato ai reati ha ulteriormente influenzato la sua adozione in Australia.

Attualmente nessuno degli scambi bitcoin australiani ha accesso ai servizi bancari poiché i loro conti sono chiusi (13 scambi) o congelati (4 scambi). Lo stato dell'indagine nei confronti di queste banche sulla cancellazione dei conti non è ancora noto. Tuttavia, il futuro del bitcoin in Australia appare al momento negativo.

LEGGI DI PIÙ: il senatore australiano chiede l'inchiesta sui banchi Bitcoin delle banche