Notizie

BitCluster Bitcoin De-Anonymizer Presentato alla HOPE Conference

Le transazioni Bitcoin non sono anonime, ma al massimo pseudonimo. Le transazioni in valuta digitale sulla blockchain possono essere tracciate sugli indirizzi del wallet per scoprire l'intera cronologia delle transazioni, grazie alla natura trasparente della blockchain Bitcoin.

Nonostante la disponibilità della cronologia delle transazioni e degli indirizzi di portafoglio, è stato difficile associare l'identità dell'utente ai portafogli fino ad ora. Ma tutto potrebbe presto cambiare, grazie a BitCluster. Creato da Mathieu Lavoie e David Decarty-Hetu, BitCluster è uno strumento di raccolta e analisi dei dati per l'analisi delle transazioni Bitcoin e il raggruppamento degli indirizzi di portafoglio Bitcoin in base alle transazioni in entrata e in uscita.

BitCluster è stato presentato dal duo alla conferenza in corso HOPE (Hackers on Planet Earth) presso l'Hotel Pennsylvania a New York City. La presentazione includeva un'introduzione di base a Bitcoin, i portafogli e la tecnologia sottostante, seguita da una visualizzazione dello strumento BitCluster. I creatori dello strumento hanno anche spiegato le sfide che hanno affrontato durante lo sviluppo e in che modo li hanno superati.

Sviluppato usando Python, BitCluster inizialmente non poteva analizzare oltre i 5 blocchi finché non hanno trovato una soluzione che coinvolgesse due sistemi, uno in esecuzione con uno script Python e l'altro con mongoDB.

Dopo aver eseguito lo script, hanno creato un database di 200 GB di dati sulle transazioni di Bitcoin mappati che possono essere scaricati su torrent. Il codice per navigare attraverso i dati è reso disponibile su GitHub. Questi dati mappati saranno utili per seguire le tracce delle transazioni Bitcoin tra account, e può tornare utile alle forze dell'ordine e alle aziende di sicurezza informatica. Tuttavia, gli sviluppatori di BitCluster sostengono che il loro obiettivo non è quello di aiutare chi usa Bitcoin a scopi illegali o le forze dell'ordine.

Uno degli sviluppatori di BitCluster, David Decarty-Hetu è stato citato in una pubblicazione online che dice

"Il nostro obiettivo era vedere, quanti dati puoi raccogliere sulle persone che stanno usando il rete bitcoin e puoi aggregare i portafogli bitcoin che sembrano essere anonimi e isolati l'uno dall'altro? "

Aggiunge anche,

" Questo strumento può aiutarci a capire i movimenti bitcoin quando le persone non lo usano correttamente, e ammettiamolo, la maggior parte delle persone non lo sta usando correttamente. "

Anche se BitCluster è funzionale ora, il team ha in programma di migliorarlo ulteriormente automatizzando gli aggiornamenti del database, etichettando i nodi, incorporando grafici visivi e una versione ospitata di strumento di query in futuro.

Per evitare di essere indicizzati da BitCluster o altri strumenti simili, gli utenti di Bitcoin devono occuparsi della loro pratica di utilizzo.È sempre una buona idea evitare di condividere gli indirizzi Bitcoin e creare portafogli monouso per ogni transazione. Ciò creerà cluster isolati che non possono essere associati ad altre transazioni sulla blockchain.

Rif : Scheda madre | HackaDay | Immagine : BitCluster